test

Utilizzato da grafici, designer, programmatori e tipografi a modo riempitivo per bozzetti e prove grafiche.
È un testo privo di senso, composto da parole (o parti di parole) in lingua latina, riprese pseudocasualmente da uno scritto di Cicerone del 45 a.C, a volte alterate con l'inserzione di passaggi ironici. La caratteristica principale è data dal fatto che offre una distribuzione delle lettere uniforme, apparendo come un normale blocco di testo leggibile.
Il testo fu utilizzato per la prima volta nel 1500 da un anonimo tipografo per mostrare i propri caratteri; da allora è diventato lo standard dell'industria tipografica. È sopravvissuto non solo a più di cinque secoli, ma anche al passaggio alla videoimpaginazione, pervenendoci sostanzialmente inalterato.
Fu reso popolare, negli anni '60, con la diffusione dei fogli di caratteri trasferibili, detti anche trasferelli, e successivamente dai programmi di grafica. La sua funzione lo avvicina al testo ETAOIN SHRDLU un tempo usato per provare le Linotype. In informatica è usato molto frequentemente come testo riempitivo nelle prove grafiche di pagine web e come dati fittizi nella prova di funzionamento dei database.
L'uso di questo espediente, per riempire spazi altrimenti vuoti (spesso in attesa dei dati definitivi), è molto efficace grazie soprattutto all'alternanza di parole lunghe e brevi, punteggiatura e paragrafi. In questo modo viene simulato con sufficiente verosimiglianza l'impatto grafico di un testo reale, in modo particolare per quanto riguarda l'impatto estetico.
Questa consuetudine come testo segnaposto standard ha fatto sì che la maggior parte dei software di grafica e tipografia adottassero funzioni e strumenti di "riempimento automatico", con un'immediata anteprima dello spazio occupato e della resa finale.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum.

Il testo finto Lorem ipum viene utilizzato dai grafici, dai programmatori e dai tipografi con lo scopo di occupare gli spazi di un sito internet, di un prodotto pubblicitario o di una produzione editoriale il cui testo definitivo non è ancora pronto.

Questo espediente serve ad avere un’idea del prodotto finito che di lì a poco verrà stampato o diffuso tramite canali digitali.

Per avere un risultato più conforme al risultato finale, i grafici, i designer o i tipografi riportano il testo Lorem ipsum nel rispetto di due aspetti fondamentali, ovvero leggibilità ed esigenza editoriale.

La scelta del font e della dimensione dei caratteri con cui viene riportato il testo Lorem ipsum risponde a delle precise esigenze che vanno oltre il puro e semplice riempimento di spazi deputati ad accogliere testi reali e che consentono di avere fra le mani un prodotto pubblicitario/editoriale, sia web sia cartaceo, fedele alla realtà.

La sua insensatezza permette all’occhio di concentrarsi solo sul layout grafico valutando oggettivamente le scelte stilistiche di un progetto, per questo lo si trova installato su molti programmi di grafica su molte piattaforme software di personal publishing e content management system.